ott 22

Il coro e il suo sviluppo

Published by

PARROCCHIA SANTA MARIA AUSILIATRICE
VERONA

 

 


Da molto tempo svolge il suo servizio di animazione alle celebrazioni liturgiche in chiesa il coro parrocchiale. Nato oltre trent’anni orsono come coro di voci bianche (“I buteleti”), fortemente voluto da Padre Fausto Bartocci, col passar del tempo ha assunto la connotazione di coro di voci adulte, assumendo il nome di “Coro dell’amicizia”.
Dapprima formato da un ristretto gruppo di persone, via via è andato sempre in crescendo quanto a numerosità ed entusiasmo dei partecipanti.
Vari maestri hanno contribuito a far sì che questa realtà abbia potuto positivamente svilupparsi negli anni: il fondatore Padre Fausto; Isidoro Lagarini; Corrado Bissoli; Fernanda Micheli; Padre Giovanni Maria Rossi , camilliano che per anni ha trasmesso ai coristi la sua innata passione per la musica; Antonio Rocca. Per un certo periodo, sotto la guida del Maestro Sessa, il coro ha allargato il suo repertorio anche a canti folk e ha cercato di portare qualche momento di serenità agli anziani di Casa Bresciani dei Camilliani e di altri pensionati in città e fuori Verona.
Il gruppo attualmente è formato da 27 elementi, suddivisi nelle quattro voci tradizionali dei contralti, soprani, baritoni e bassi. La direzione da qualche anno è affidata alle cure del Maestro Roberto Bazzoni.
Le prove hanno luogo nel salone parrocchiale una volta la settimana, solitamente il lunedì, ad eccezione dei mesi estivi.
Oltre l’animazione in parrocchia delle Sante Messe nelle solenni celebrazioni dell’Anno Liturgico, da alcuni anni è divenuta ormai una piacevole consuetudine la partecipazione alla celebrazione eucaristica nel giorno della Festa della Mamma presso la casa anziani di Villa Monga.
Chi fosse interessato a saperne di più o ad entrare a far parte del coro prenda contatti col Parroco o col Maestro Roberto Bazzoni (045/8348776).
Diceva Sant’Agostino: “Chi canta bene prega due volte”.
Scriveva il poeta e drammaturgo francese Paul Claudel: “La nostra felicità in Cielo sarà di cantare tutti insieme. Perché non cominciare ora?”
Ottobre 2014

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

Cerca