gen 05

7° CENTENARIO DANTESCO

Published by at 21:50 under Sociale

LA PORTA DEL PURGATORIO


Noi ci appressammo, ed eravamo in parte,
che là dove pareami prima rotto,
pur come un fesso che muro diparte,
 
vidi una porta, e tre gradi di sotto
per gire ad essa, di color diversi,
e un portier ch’ancor non facea motto.
 
E come l’occhio più e più v’apersi,
vidil seder sovra ‘l grado sovrano,
tal ne la faccia ch’io non lo soffersi;
 
e una spada nuda avea in mano,
che reflettea i raggi sì ver’ noi,
ch’io drizzava spesso il viso in vano.

 va avanti alla scoperta…

Tag

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

Cerca