lug 25

Consiglio economico

Published by

CONSIGLIO PER GLI AFFARI
 
ECONOMICI

 


Il Consiglio pastorale per gli affari Economici della Parrocchia (C.P.A.E.), costituito dal Parroco in attuazione al Can. 537 del Codice di Diritto Canonico, è l’organo di partecipazione dei fedeli alla gestione economica della Parrocchia.
Il coinvolgimento dei fedeli negli aspetti economici della vita della Parrocchia è un segno concreto di appartenenza ecclesiale: si esprime nel collaborare per una corretta e trasparente amministrazione.
Il Consiglio parrocchiale per gli Affari Economici, operando per conto della comunità nella retta amministrazione dei beni della parrocchia, ha il compito di:

  1. coadiuvare il parroco nel predisporre la previsione di spesa della parrocchia, elencando le voci in riferimento a una ponderata programmazione pastorale e alle varie urgenze e necessità, individuando i relativi mezzi di copertura;
  2. dare il proprio parere sugli atti di maggiore importanza nell’amministrazione ordinaria e su quelli di amministrazione straordinaria;
  3. svolgere opera di informazione e di sensibilizzazione della comunità parrocchiale in ordine alla condizione economica dei suoi sacerdoti e di quanti altri sono a servizio della parrocchia, ottemperando anche alle norme assicurative e previdenziali e agli obblighi legislativi e fiscali dell’Ente Parrocchia;
  4. condividere con il parroco l’impegno della conservazione e manutenzione degli edifici, attrezzature, mobili e arredi di competenza parrocchiale, con particolare attenzione per il patrimonio storico e artistico;
  5. approvare alla fine di ciascun anno, previo esame dei libri contabili e della relativa documentazione, il rendiconto consuntivo;
  6. farsi attento e sensibile alle esigenze degli organismi inter-parrocchiali e diocesani, in particolare degli Istituti previsti dal can. 1274, per contribuire adeguatamente alle loro finalità.

Il Consiglio parrocchiale per gli Affari Economici ha voto consultivo (can. 1280 – 1282). Il parroco deve chiederne il parere per i bilanci annuali e per tutti gli atti di straordinaria amministrazione e sarebbe imprudente se agisse contro il parere unanime dei membri. I membri scelti dal parroco, vengono ratificati dal Consiglio diocesano per gli Affari Economici.
A norma del can. 532, spetta al parroco la rappresentanza legale della parrocchia.

Componenti

 

I Padri della parrocchia   Martini Enrico V. Pres.
Tebaldi Franco Segr.   Faccini Marco
Corbellari Maria   Liera Giovanni
Avanzi Lino    

This page has the following sub pages.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

Cerca